Sistemi di protezione intorno al Castello di Sammezzano

Oggi, 4 aprile 2017, è stata installata una barriera protettiva ed ulteriori videocamere di sicurezza presso il Castello di Sammezzano

Il Giudice delle Esecuzioni ha predisposto l’installazione di una barriera protettiva intorno al Castello di Sammezzano. Tale barriera serve a garantire il compito dell’Istituto delle Vendite Giudiziarie di Firenze (che ha difatti assunto il ruolo di Custode Giudiziario di Sammezzano) per la conservazione del bene.

Anche se a molti tale barriera non piacerà, a causa del suo aspetto, è certamente una buona notizia: allo stato attuale delle cose ogni iniziativa atta ad aumentare la protezione (seppur minima) di Sammezzano è un piccolo passo verso la sua salvaguardia.

Già qualche mese fa, i proprietari di Sammezzano (ricordiamo che è una proprietà privata), dichiararono di aver attivato un sistema di videosorveglianza presso il Castello. Sistema che, contestualmente all’installazione della barriera protettiva, pare essere stato ampliato mediante l’aggiunta di ulteriori videocamere esterne. 

[vc_single_image image=”2509″ img_size=”full” alignment=”center”]

In questo modo chiunque sarà più intimorito ad accedervi abusivamente o, ancor peggio, a razziare/danneggiare ciò che ne resta.

[vc_single_image image=”2510″ img_size=”full” alignment=”center”]

Poiché chi di dovere ha ritenuto tale iniziativa necessaria, significa che la situazione per come è stata negli ultimi anni non assicurava l’adeguata protezione e conservazione di Sammezzano.
Infatti, e purtroppo, già prima della nascita del Movimento Save Sammezzano molti mezzi d’informazione parlavano delle depredazioni regolarmente subite da Sammezzano e del fatto che fosse un luogo privo di difese.

Di seguito vi riportiamo solamente alcuni degli articoli che confermano queste nostre parole:

17/08/2005
http://www.patrimoniosos.it/rsol.php?op=getarticle&id=13304

18/04/2007
http://greenreport.it/web/archivio/show/id/7015

28/06/2010
http://lazattera.forumcommunity.net/?t=38617866

5/11/2010
http://www.girovagate.com/…/il-castello-di-sammezzano-una.h…

8/11/2010
http://www.intoscana.it/…/Sammezzano-meraviglia-moresca-ne…/

24/04/2011
https://www.geocaching.com/…/GC2TX1C_castello-villa-di-samm…

8/05/2012
http://www.ilreporter.it/…/109489-castello-di-sammezzano-un…

3/12/2012
http://www.vanillamagazine.it/la-sala-dei-pavoni-del-caste…/

11/12/2012
https://archicolor.wordpress.com/…/castello-di-sammezzano-…/

10/03/2013
http://www.orientepress.it/?p=3407

14/08/2013
http://www.turismo.intoscana.it/…/sammezzano-castle-a-magi…/

11/11/2013
http://www.nationalgeographic.it/…/italia_incompiuta_le_…/4/

15/05/2014
http://www.ilpost.it/2014/05/15/castello-sammezzano-foto/

10/08/2014
http://www.artribune.com/…/castello-di-sammezzano-un-tesor…/

17/8/2014
http://www.comune.scandicci.fi.it/…/ba…/20140818/SIN1032.PDF

31/08/2015
http://www.tuscanypeople.com/castello-di-sammezzano-toscana/

9/09/2015

http://firenze.repubblica.it/…/le_meravigliose_geometri…/1/…

14/09/2015
http://www.intoscana.it/…/Tesori-nascosti-allasta-linaccess…

Se l’istallazione di questi pochi sistemi di protezione è stata diretta conseguenza dell’attenzione che abbiamo attratto su Sammezzano in oltre 18 mesi di sensibilizzazione, ne siamo orgogliosi, anzi, da parte nostra avremmo ritenuto maggiormente utile che fossero stati predisposti fin dalla nostra nascita.

Se così fosse stato, probabilmente la statua del 2° leone piangente, il bellissimo lampadario della “Sala degli Amanti” e solo Dio sa cos’altro non sarebbero mai stati trafugati.

Gli obiettivi di Save Sammezzano, in ordine di importanza, sono sempre stati:
– tutela
– valorizzazione
– pubblica fruibilità

Per tale motivo non possiamo far altro che sostenere a spada tratta ogni genere di iniziativa che preveda la protezione di Sammezzano, anche se tale iniziativa rischia di scontentare qualcuno (specialmente tutti coloro che desiderano visitare ciò che ne resta, anziché impegnarsi in prima linea per ottenerne tutela e recupero), cosa che ci fa molto dispiacere e che certamente non è mai stata nostra intenzione.

Tuttavia, se questo è un sacrificio da fare affinché si garantisca una maggior protezione di Sammezzano, allora l’accetteremo senza se e senza ma.
La tutela e la valorizzazione di Sammezzano sono i passi obbligatori da fare per poterne poi garantire la futura, regolare e legalmente regolamentata fruibilità.

Questo è quello che noi di Save Sammezzano abbiamo appreso dall’esperienza della Rocchetta Mattei, un luogo meraviglioso che adesso, proprio a seguito di iniziative quali la nostra (se non addirittura ancor più incisive e folkloristiche), è pubblicamente visitabile.

ll nostro sogno è vedere migliaia di persone che giornalmente visitino Sammezzano nella sua completezza e nel massimo della sua magnificenza, dietro il semplice pagamento di un regolare biglietto d’accesso.

Per trasformare questo sogno in realtà, è prima fondamentale compiere tutti i passi necessari, e nel giusto ordine temporale: protezione prima, tutela/valorizzazione e  infine pubblica fruibilità.

L’asta di maggio si avvicina, attendiamo con speranza ed entusiasmo l’intervento di investitori seri e lungimiranti, a servizio dei quali saremo fin da subito disposti a mettere tutti i nostri canali comunicativi.

Ferdinando Panciatichi Ximenes d’Aragona fece molti sacrifici per realizzare quest’opera d’Arte unica nel suo genere, ci auguriamo che d’ora in poi TUTTI ne capiscano l’importanza a prescindere dalla sua visitabilitá.

 

 

Autore dell'articolo: Cristina Mantovani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *